Loader

Una “moda“ di oggi… Più o meno

Molte persone associano al wallpainting le scritte sui muri di giovani maleducati che sporcano saracinesche e palazzi.

In realtà l’arte, anche se tornata in auge, ha nobili radici storiche e risale agli albori della storia e della civiltà umana stessa.

Le prime forme d’arte riconosciute dagli storici sono proprio wallpainting!!!

Dei Leonardo da Vinci “ante litteram” rimasti sconosciuti alla storia hanno abbellito le grotte in cui vivevano (come in Spagna ad Altamira e Lescaux in Francia) tramandandoci su muri bellissime scene di caccia che ci hanno permesso di capire dettagli fondamentali della società di quel periodo storico.

L’evoluzione delle pitture su muro fu costante e raggiunse apici inimmaginabili nel rinascimento dove vide i più grandi geni della terra cimentarsi in studi prospettici e anatomici abbinati a tecniche pittoriche come l’affresco. La pittura su muro divenne il centro del mondo quando Michelangelo Buonarrotti dipinse quello che ad oggi è uno dei massimi esempi di arte globale: la cappella sistina vanto italiano nel mondo.

Bisognerà aspettare il 900 per ritrovare pitture su muro ne sono esempi i murales messicani e i graffiti, movimento nato in irlanda dove i “writers” scrivevano lettere sui muri per manifestare disagi sociali e delimitazione di territori.

Anche dipingere sui muri è quindi un’arte da sempre apprezzata e costantemente presente nel nostro dna.